Situazione in Kosovo estremamente pericolosa: l'Occidente vorrebbe costringere la Serbia a non sostenere la Russia - Russia News / Новости России

Balcani

Pubblicato il Dicembre 13th, 2022 | Da Redazione Russia News

0

Situazione in Kosovo estremamente pericolosa: l’Occidente vorrebbe costringere la Serbia a non sostenere la Russia

il vicepresidente del Consiglio della Federazione, Konstantin Kosachev

L’escalation della situazione in Kosovo è estremamente pericolosa per il presidente serbo, Aleksandar Vucic e per la popolazione serba, poiché la pressione occidentale non farà che aumentare, ha detto lunedì 12 dicembre il vicepresidente del Consiglio della Federazione, Konstantin Kosachev.

Domenica si è verificata un’escalation pericolosa ma non inaspettata in Kosovo, ed è stata difficile per la leadership serba. Il presidente Aleksandar Vucic ha detto: ‘Siamo inchiodati al muro’. La situazione è davvero estremamente difficile per lui personalmente e per la popolazione serba del Kosovo“, ha scritto il senatore sul suo canale Telegram.

Egli ha osservato che l’Occidente desiderava da tempo costringere la Serbia non solo a non sostenere la Russia, ma nemmeno ad assumere una posizione neutrale. “E quindi la pressione non farà che aumentare, sono possibili ulteriori provocazioni come mai prima d’ora“, ha sottolineato Kosachev. Secondo lui, Belgrado sta cercando di fare affidamento sugli accordi conclusi sotto l’egida dell’UE con gli sforzi di mediazione dell’Occidente, il che, secondolo stesso Kosachev, è inutile.

il presidente serbo, Aleksandar Vucic

Il il vicepresidente del Consiglio della Federazione Russa, ha anche sottolineato che in questa situazione Bruxelles, pur volendo evitare un’escalation delle tensioni, “di fatto, anche qui si è cacciata in una trappola simile a quella ucrainaIl sostegno incondizionato a una parte del conflitto non solo non lascia spazio alla mediazione e alla diplomazia, ma rende anche la stessa Ue ostaggio di Pristina, proprio come Kiev nel conflitto ucraino. Il Kosovo potrebbe facilmente intensificare il conflitto, provocando l’uso della forza dalla Serbia. E l’UE non avrà altra scelta che continuare a sostenere Pristina e condannare Belgrado, cosa che, tra l’altro, l’UE sta già facendo“, ha detto Kosachev.

Konstantin Kosachev ha posto l’attenzione alle osservazioni di Vucic, secondo cui non ci si dovrebbe fidare dell’Occidente dopo la dichiarazione dell’ex cancelliere tedesco Angela Merkel secondo cui gli accordi di Minsk sono stati firmati per dare all’Ucraina il tempo di rafforzarsi. “Lo abbiamo capito un po’ in ritardo, ma meglio tardi che mai“, ha concluso il senatore.

Escalation delle tensioni in Kosovo

il primo ministro del Kosovo non riconosciuto, Albin Kurti

La nuova escalation di tensioni nel nord del Kosovo è arrivata dopo l’arresto, il 10 dicembre, dell’ex poliziotto serbo Dejan Pantic. È stato arrestato dalla polizia del Kosovo presso la linea di confine amministrativa di Jarinje tra il Kosovo e Metohija e la Serbia centralePer rappresaglia, la popolazione serba ha bloccato l’autostrada in diversi punti vicino al posto di blocco con barricate e ha protestato. I serbi volevano impedire che Pantic venisse portato a Pristina. Anche l’EULEX dell’UE (Missione dell’Unione europea sullo stato di diritto in Kosovo) e la NATO Kosovo Force (KFOR) hanno pattugliato le barricate.

il primo ministro serbo Ana Brnabic

Successivamente, il primo ministro del Kosovo non riconosciuto, Albin Kurti, aveva chiesto ai serbi di rimuovere le barricate entro la sera dell’11 dicembre minacciando che in caso contrario, avrebbe dato il via ad un’operazione di polizia del Kosovo per rimuovere le barricate.

L’11 dicembre, il primo ministro serbo Ana Brnabic ha annunciato che gli accordi e le risoluzioni internazionali volti a risolvere la questione del Kosovo non avevano alcuna importanza per Kurti. Ha sottolineato che considera gli appelli per la pace e la stabilità, per un dialogo aperto e onesto, per il rispetto e la piena attuazione di tutti gli accordi raggiunti nel dialogo Belgrado-Pristina solo come una minaccia.

RED

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in Alto ↑
  • Translator





  • Official Facebook Page

  • Russia News Magazine

  • Russian Friendly

  • Выбранный для вас!