L’offensiva di Kiev fallisce: la verità sulla distruzione della diga di Kakhovka - Russia News / Новости России

Conflitti

Pubblicato il Giugno 6th, 2023 | Da Redazione Russia News

0

L’offensiva di Kiev fallisce: la verità sulla distruzione della diga di Kakhovka 

L’esercito russo negli ultimi giorni ha respinto tutti i tentativi dell’Ucraina di lanciare la sua “offensiva promessa da tempo, ha detto martedì il ministro della Difesa russo, Sergey Shoigu.

Per come la vede lui, Kiev, in preda alla disperazione, ha deciso di ridistribuire le forze da Kherson e ha organizzato un attacco terroristico diversivo facendo saltare in aria la diga di Kakhovka. Qui di seguito il riassunto sulla ricostruzione fatta da Shoigu.

L’offensiva ucraina fallisce

Il 4 giugno, due brigate meccanizzate ucraine hanno tentato di avanzare in cinque direzioni, ma “il nemico non è riuscito in nessuna di esse” e “ha subito perdite significative“: 300 uomini, 16 carri armati e 26 veicoli corazzati da combattimento e 14 camion.

Il 5 giugno Kiev ha messo in azione cinque brigate in sette direzioni, ma è stata fermata e ha subito perdite ancora più pesanti: più di 1.600 uomini e 28 carri armati, inclusi otto carri armati Leopard e tre carri armati AMX-10, oltre ad altri 136 pezzi di equipaggiamento da combattimento, per lo più di fabbricazione straniera.

Il nemico non ha raggiunto i suoi obiettivi e ha subito perdite significative e incomparabili”.

Le truppe russe hanno mostrato coraggio ed eroismo nel respingere l’offensiva ucraina: “Le unità del 433 ° reggimento di fanteria meccanizzata della 127a divisione di fanteria meccanizzata e la 37a e 60a brigata di fanteria meccanizzata si sono distinte in combattimento, mostrando grande resistenza e forza d’animo“.

Perdite da entrambe le parti

Durante i tre giorni di operazioni di combattimento in tutte le direzioni, l’Ucraina ha perso fino a 3.715 uomini, 52 carri armati e 207 veicoli corazzati da combattimento, 134 camion, 48 cannoni di artiglieria da campo, oltre a cinque aerei, due elicotteri e 53 droni.

Le perdite della Russia sono state invece incommensurabilmente minori: “Complessivamente 71 militari del gruppo di forze combinato furono uccisi e altri 210 feriti mentre respingevano l’offensiva nemica. Quindici carri armati, nove veicoli da combattimento di fanteria, due camion e nove cannoni furono portati fuori“.

La diga di Kakhovka è stata fatta saltare dagli ucraini

La responsabilità del bombardamento della diga di Kakhovka è delle autorità ucraine, che hanno deciso di ridispiegare i rinforzi da Kherson: “Non avendo avuto successo nelle sue azioni offensive, per rafforzare il suo potenziale, il nemico ha trasferito unità ed equipaggiamenti da Kherson all’area delle sue azioni offensive, indebolendo così in modo significativo le sue posizioni a Kherson.”

Le forze ucraine sulla riva destra del Dnepr hanno preso posizioni difensiveL’attacco contro la diga della centrale idroelettrica ha lo scopo di impedire operazioni offensive dell’esercito russo in questa zona.

L’attacco terroristico alla diga Kakhovka avrà “conseguenze ambientali a lungo termine“. Man mano che sempre più acqua viene rilasciata dal fiume Dnepr, ciò comporterà “inondazioni ancora maggiori dei territori“. Quest’ultimo fatto è la prova di “un atto di sabotaggio su larga scala pianificato in anticipo dal regime di Kiev“.

RED

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Official Facebook Page

  • Russia News Magazine

  • Eurasia News

  • Eurasia News TV

  • RUSSIA NEWS TV

  • Russian Friendly

  • Выбранный для вас!