Tennis

Pubblicato il gennaio 13th, 2019 | Da Redazione Russia News

0

AUSTRALIAN OPEN: AL VIA IL PRIMO SLAM STAGIONALE CON 16 RUSSI IN TABELLONE

Melbourne – Siamo solo alla metà di gennaio, ma è già tempo del primo major dell’anno: gli Australian Open, ovvero l’appuntamento che unitamente al Roland Garros (Parigi), ai Championships (Wimbledon) ed allo Us Open (New York) compone il prestigioso quartetto del Grande Slam;  quel ristretto, ambito, nucleo di tornei dove s’impongono i più forti e si scrivono le pagine più indelebili della storia del tennis. Una storia, quella dei tornei dello slam in generale, dell’Australian Open in particolare, che parla anche russo. Nel 1999 era stato Evgeny Kafelnikov ad imporsi sul cemento di Melbourne (dopo aver superato in finale lo svedese Thomas Enqvist) aggiudicandosi così il suo secondo major in carriera (dopo il Roland Garros del 1996). Sei anni dopo (2005) ad imporsi era stato invece il talento mai del tutto espresso di Marat Safin. Dopo due finali perse (2002 e 2004), il russo concluse trionfalmente una cavalcata in cui non possono essere dimenticate l’epica semifinale vinta al quinto set contro Roger Federer e la finale stessa, conclusasi con il successo in rimonta (dopo aver perso il primo set) contro il beniamino di casa Lleyton Hewitt. Un’impresa non nuova per il moscovita che cinque anni prima (appena ventenne) aveva travolto il fuoriclasse, nonché idolo statunitense, Pete Sampras nella finale di New York aggiudicandosi così gli Us Open. Nel 2008, invece, la Russia ha inciso il proprio nome nell’albo d’oro femminile grazie a Maria Sharapova, vittoriosa in finale sulla serba Ana Ivanovic (al termine di un torneo che l’aveva vista affrontare anche giocatrici del calibro di Lindasy Davenport e Justine Henin, oltreché le connazionali Elena Vesnina ed Elena Dementieva).

                Tornando al presente, con la stagione iniziata da due sole settimane difficile fare pronostici, conoscere la reale condizione di forma degli atleti, ipotizzare gerarchie diverse da quelle con cui si era chiuso il 2018. Stando ai segnali emersi dalle prime partite dell’anno Medvedev sembra essere partito con il piede giusto. Daniil, nel primo torneo dell’anno, ha raggiunto la finale a Brisbane, cedendo solo all’ultimo atto al giapponese Nishikori.  Se, almeno sulla carta, tabellone alla mano, i primi due turni si presentano piuttosto agevoli, al terzo si profila un match interessante con il talentuoso belga Goffin, poi un eventuale ottavo di finale con il numero uno del tabellone e favorito della vigilia, il serbo Novak Djokovic. Discorso simile per Karen Kachanov; se i primi due turni non dovrebbero presentare particolari insidie, al terzo, se i problemi fisici dovessero fermare il campione britannico Andy Murray (che tra l’altro ha annunciato il ritiro dalle competizioni quest’anno in una commovente conferenza stampa), ci sarà probabilmente Roberto Bautista-Agut; lo spagnolo è partito forte vincendo sette giorni fa il titolo in Qatar dopo aver sconfitto giocatori del livello di Wawrinka e Djokovic); poi un possibile ottavo di finale con Marin Cilic (il campione croato finalista della passata edizione); Cilic che, invece, dovrebbe ritrovarsi di fronte già al secondo turno Andrey Rublev. Sorteggio non fortunato per Daria Kasatkina; la tennista di Togliatti se la vedrà al primo turno con la svizzera Timea Bacsinszky, apparsa in crescita (nonostante la sconfitta) durante il primo turno disputato a Shenzhen contro Maria Sharapova; in caso di successo probabile scontro al terzo turno con la spagnola Muguruza. Terzo turno che dovrebbe rappresentare il banco di prova anche per Maria Sharapova: ad attenderla ci sarà con ogni probabilità la vincitrice dell’ultima edizione, ovvero la danese Caroline Wozniacki. Ad ogni modo, come sempre, alla fine sarà il campo a dire la sua ed allora che si alzi il sipario. Ad aprire le danze sul campo centrale, intitolato al leggendario Rod Laver, sarà Maria Sharapova (testa di serie numero 30), opposta alla britannica Harriet Dart, proveniente dalle qualificazioni. Match che scatterà  Lunedì 14 gennaio alle 11:00 del mattino locali, ovvero (tenendo conto del fuso orario) quando a Roma sarà ancora l’una di notte ed a Mosca saranno scoccate le tre del mattino. Nel complesso la pattuglia russa si presenta piuttosto nutrita: saranno ben 16 gli atleti in tabellone: quattro in quello maschile, dodici in quello femminile.

Advertisements

Australian Open – 1° Turno tabellone femminile  

Parte Bassa, Lunedì 14 Gennaio Parte Alta, Martedì 15 Gennaio
(30) M. Sharapova Vs. (Q) H. Dart (Gbr) P. Parmentier (Fra) Vs. A. Potapova
(11) A. Sabalenka (Blr) Vs. (Q) A. Kalinskaya        (10) D. Kasatkina Vs. T. Bacsinszky (Svi)
E. Makarova Vs. K. Boulter (Gbr) (Q) N. Vikhlyantseva Vs. (Q) V. Lepchenko (Usa)
M. Vondrousova (Cze) Vs. E. Rodina        Zhu (Chn) L. Vs. M. Gasparyan
(24) Tsurenko (Ukr) Vs. E. Aleksandrova S. Kenin (Usa) Vs. (Q) V. Kudemertova
Puig M. (Por) Vs. A. Pavlyuchenkova Kr. Pliskova (Cze) Vs. A. Blinkova

 

Australian Open – 1° Turno tabellone maschile    

Parte Bassa, Lunedì 14 Gennaio Parte Alta, Martedì 15 Gennaio
A. Rublev Vs. M. McDonald (Usa) (Q) G. Harris (Rsa) Vs. (15) D. Medvedev
(10) K. Kachanov Vs. P. Gojowczyk (Ger)                L. Djere (Srb) Vs. E. Donskoy

Stefano Tardi

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator






  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!