Russia News / Новости России

RUSSIAN BUYERS UNION: CRESCE VERTIGINOSAMENTE IL NUMERO DEI RETAILER RUSSI CHE SI FREGIANO DEL NUOVO MARCHIO “BEST LUXURY STORE”

Milano – Prosegue in modo vertiginoso lo sviluppo della RUSSIAN BUYERS UNION, l’Unione dei buyer russi nata a fine 2014 per riunire i migliori retailer e operatori del commercio nei settori abbigliamento, accessori, gioielleria eElena BUGRANOVA_Presidente Russian Buyers Union 2 arredo d’interni in tutta la Russia.

La sua Presidente, Elena Bugranova, annuncia quaranta nuovi iscritti: 21 nel fashion e 19 nel design d’interni che hanno aderito a stare sotto il vessillo “BEST LUXURY STORE”.
Un segno distintivo, creato e promosso dall’ Unione stessa, che oggi dunque può rappresentare le più qualificate boutique di moda e gioielleria, showroom di arredamento, oggetti di design del canale multibrand. Tutti al top nel loro segmento grazie alla selezione delle griffe, alla cura degli spazi espositivi, alla grande attenzione nel servizio e alla visibilità ottenuta dai principali media che ne garantisce il successo e l’ affluenza di pubblico.
Non è un caso se lo scorso giugno la RUSSIAN BUYERS ha ricevuto il patrocinio del Ministero del Commercio e dell’Industria della Federazione Russa, un riconoscimento importante che dà motivo di grande soddisfazione a Elena Bugranova, Presidente della Russian Buyers Union che ha fondato con le sue risorse personali, credendoci fortemente, e intuendo che oramai il canale distributivo era pronto per fare sistema e portare avanti istanze e interessi comuni. Soprattutto a tutela dell’immagine di un Mercato strategico e in continua espansione, ritenuto troppo spesso e erroneamente immaturo e incontrollato.

In questo momento in particolare è importante dare all’esterno un forte messaggio di visione unica e condivisa da parte dei top retail, che grazie alla loro competenza e affidabilità hanno permesso negli ultimi anni un grande sviluppo, e l’affermazione di importanti maison e brand che oggi sono leader capaci di dettare le nuove regole dello stile anche nel resto del mondo” afferma Elena Bugranova.

Nella moda, accanto a insegne di prestigio come Podium Concept Store, Aizel e KM20 a Mosca. Babochka, Mania Grandiosa e Daynight a San Pietroburgo. Passage e Soho a Rostov sul Don. F People, Rich Fashion, Volkof59 e Podium Luxe a Kazàn. Intermoda e Luxury Store a Nižnij Novgorod, Angel Excelsior, Duna e Etaji a Krasnodar, si aggiungono Air, Leform e Studio 22 a Mosca. Boutique 5 e Four Seasons a San Pietroburgo, Milo Uno a Nijniy Novgorod, Sobranie a Krasnoyarsk Volna e Art a Samara, Bulvar a Magnitogorsk Danata a Nalchik, Lui e Lei a Saratov, Luxury, Megapolis a Ryazan, Palazzo di Moda, Domino Liberty a Ekaterinburg, Voyage, Daniele a Mahachkala, Triumfalnaya Arka a Tula, XXI Vek a Chelyabinsk, Perfect Style a Novosibirsk, Buonvicini a Voronej, Leonardo e Picasso a Ijevsk, Dress Code e Boutique Angel a Perm, Fashion Club, Front Row a Kaliningrad, Angel Concept a Stavropol, La Vetrina a Sochi e Cressida a Ufa.

Nel design d’interni e complementi d’arredo si contano oggi anche Abitare Interiors, Maxlevel, Corso Milano, La Casa, Armada Stile, Dva Doma, VOIX, Mebeland, White Interiors, Tango, Contour, MM Salon a Mosca.
Svetloe vremya, Artematika, Design Expert, Grand Design, Podium, Evrodomus, Reforma a San Pietroburgo. Si affiancano così a insegne di grande importanza e già aderenti come Interior market, Trio Interier, Interiernyi Salon N1, Konzept, Italmond, T Interiors, e Decart a Mosca. Rim, Expanse e Hall Oscar a San Pietroburgo. D&D e KM a Rostov sul Don. Svet i uyut a Kazàn. Luxury Living a Krasnodar, Milan a Ekaterinburg. Pail a Vladivostok. Hermitage a Voronezh. Belly Park e Gallery a Krasnoyarsk, Design Interior a Ufa. S-Classic a Irkutsk e Raita a Perm.
Questo rappresenta solo una minima parte di quanto si potrà ottenere. Il bacino d’utenza russo è immenso, in proporzione alla vastità del suo territorio. Si calcola che attualmente siano circa 10.000 le realtà che lavorano nell’alto di gamma, 3.000 nel settore design, 5.000 nel settore dell’abbigliamento-accessori e 2.000 nel settore del gioiello.

RUSSIAN BUYERS UNION, ha la sede principale a Mosca e una di rappresentanza a Milano. Il comitato organizzatore è composto da Elena Bugranova – Presidente, Marina Bugranova – Vicepresidente Affari Esteri, Maria Yurina – Vicepresidente Affari Interni, Tatiana Yablonko – Direttore Esecutivo e Anna Gurova, -Responsabile per la Comunicazione con i Buyer Gioiellieri.

RED

(fonte: www.logospr.com)

CLICCA MI PIACE:
Exit mobile version