Tennis

Pubblicato il agosto 25th, 2019 | Da Redazione Russia News

0

US Open: inizia a New York l’ultimo slam dell’anno, con 15 russi nel main draw di Flushing Meadows

New York , è il 28 agosto 2000 e Marat Safin serve per il match point: il plurititolato campione slam Pete Sampras risponde in back avanzando a rete, ma viene infilato da un passante di rovescio del russo che, dopo essersi congratulato con il fuoriclasse statunitense, bacia il cemento dell’Arthur Ashe Stadium (il campo centrale inaugurato nel 1997 ed intitolato al tennista afroamericano scomparso nel 1993) prima di ricevere il trofeo del vincitore (6-4, 6-3, 6-3 dopo un’ora e 38 minuti di partita il risultato finale). Primo titolo major in carriera per Safin e primo successo russo nello slam a stelle e strisce che, dal 1978, si disputa sul cemento del Flushing Meadows Park, nello USTA National Tennis Center.

In ambito femminile, invece, la prima bandiera russa a New York fu issata da una giovanissima Svetlana Kuznetsova, nel memorabile 2004, che appena diciannovenne superò all’ultimo atto la connazionale Elena Dementieva (6-3, 7-5). Nel 2006, invece, fu Maria Sharapova ad alzare al cielo il trofeo, dopo essersi imposta 6-4, 6-4 sulla campionessa belga Justine Henin.

Advertisements

A quindici anni di distanza dal successo di Sveta, per la prima volta nel tabellone femminile, non ci sarà una tennista russa tra le teste di serie. Dopo l’infortunio e la conseguente eliminazione al primo turno di Wimbledon, Maria Sharapova, prima di trasferirsi negli States per preparare la stagione sul cemento americano, ha trascorso due settimane all’Isola d’Elba per allenarsi nella struttura del tecnico comasco Riccardo Piatti, annunciando l’inizio di un percorso di lavoro in vista dello US Open. A New York la strada della siberiana sarà subito in salita: al primo turno Masha si ritroverà infatti di fronte Serena Williams, con la campionessa statunitense che tenterà l’ennesimo assalto al titolo slam numero 24 in carriera. Sorteggio complicato anche per la prima russa nella classifica WTA, Daria Kasatkina. La ventiduenne nativa di Togliatti, attualmente numero 42 al mondo, è attesa al primo turno dalla britannica Johanna Konta. Al secondo turno, invece, possibile derby per Dasha, che potrebbe trovarsi di fronte la connazionale Margarita Gasparyan, che al primo turno se la vderà con la qualificata australiana Priscilla Hon. Dopo la finale di Cincinnati, Svetlana Kuznetsova, risalita al numero 62 della classifica WTA, al primo turno incrocerà le racchette con la wild card statunitense Kristie Ahn. Al secondo turno, invece, si troverà di fronte la vincente del match tra la connazionale Anna Kalinskaya (entrata in tabellone dalle qualificazioni) e la statunitense Sloane Stephens, trionfatrice a New York nel 2017. Sorteggio complicato anche per Anna Blinkova, opposta alla numero uno del mondo, nonchè campionessa uscente Naomi Osaka. La quindicenne statunitense rivelazione a Wimbledon (dove si è spinta fino agli ottavi di finale cedendo solo alla futura campionessa Simona Halep) Cori Gauff, in tabellone grazie ad una wild card, sarà l’avversaria del primo turno di Anastasia Potapova. Ostacolo tedesco per Natalia Vikhlyantseva, opposta all’esperta Julia Goerges; chi passa il turno affronta la vincente del match tra Veronika Kudermetova e l’italoamericana Francesca Di Lorenzo. Anastasia Pavlyuchenkova esordirà contro la francese Pauline Parmentier, mentre la wild card australiana Samantha Stosur (già vincitrice dello US Open nel 2011) sarà l’avversaria di Ekaterina Alexandrova.

Dopo il trionfo di Cincinnati (primo Master 1000 in carriera) e la conquista del best ranking (quinto posto nella classifica mondiale), Daniil Medvedev arriva a New York forte di un eccellente stato di forma (tre finali giocate negli ultimi tre tornei disputati – un 500 e due 1000 – 14 vittorie nelle ultime 16 partite giocate). Inserito nella parte alta del tabellone, all’esordio si troverà di fronte l’indiano Prajnesh Gunneswaran; ai quarti di finale, invece, possbile match con il fuoriclasse serbo Novak Djokovic. Nella parte bassa del tabellone, primo turno con il canadese Vasek Popsil per la testa di serie numero nove Karen Khachanov; sulla sua strada, possibile incrocio agli ottavi di finale con Alexander Zverev e, ai quarti, con Rafael Nadal. Avvio subito in salita, invece, per Andrey Rublev, atteso al primo turno dal greco Stefanos Tsitsipas (testa di serie numero 8) e per Evgeny Donskoy, arrivato dalle qualificazioni, che al primo turno affronterà il croato Borna Coric (testa di serie numero 12).

Stefano Tardi

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator








  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!