Milano Top

Pubblicato il giugno 6th, 2015 | Da admin

0

SLAVA ZAITSEV: L’ARTISTA DELL’ANIMO RUSSO

E’ l’orgoglio della sua nazione, l’incarnazione delle moda e della cultura russa più autentica, nelle sue creazioni si riflette appieno la profondità e la bellezza dell’animo russo: sto parlando di Vyacheslav Mikhailovich Zaitsev o più Slava Zaitsev fashion showcomunemente conosciuto come Slava Zaitsev.
Durante il mio ultimo viaggio moscovita, grazie alla preziosa collaborazione di una delle sue più vicine collaboratrici Viktoria Smirnova, ho avuto l’onore di essere ricevuto da Slava Zaitsev, considerato la più autorevole carica nel panorama della moda e dell’arte dei paesi dell’Est Europa. Mi faccio trovare puntuale all’appuntamento, sono le 10:30 del mattino e mi trovo al civico 21 di Prospekt Mira.
Viktoria da buona padrona di casa mi invita alla scoperta dei segreti della “Dom modi” Slava Zaitsev e della sua ultima collezione di abiti ed accessori.
Ancora vividi sono il ricordo e l’emozione degli attimi di attesa prima del suo arrivo.
Slava si presenta puntuale, è vestito con grande eleganza, completo dal taglio classico due pezzi, pantaloni neri, camicia bianca con il colletto rigorosamente risvoltato come sua abitudine, giacca di un rosso magenta intenso e l’immancabile cappello a cilindro.
Iniziamo subito la nostra intervista e scopro con stupore che, al contrario di quanto pensassi, Slava ha iniziato a lavorare nel mondo della moda quasi casualmente; figlio di un “traditore della patria” a Slava furono precluse molte scuole di formazione; scelse per questo un istituto che lo formò a diventare un esperto di tessuti. Giunto a Mosca da Ivanovo, sua città natale, iniziò a disegnare figurini e qui comprese appieno che la stoffa è solamente il punto di partenza, è la base per la creazione di un vestito e la moda di conseguenza è ciò che completa l’immagine nella sua totalità.
Slava Zaitsev fashionChiedo a Slava quale è nell’abbigliamento lo stile che meglio lo descrive e lui con grande naturalezza mi risponde: “Lo stile classico, quel concetto di classico che si manifesta in una molteplicità di sfumature: il classico dall’aria folk, il classico più spinto, che definirei sexy, e perché no, il classico più contemporaneo e da tempo libero. Lo stile classico è ciò che più si confà ai nostri uomini e alle nostre donne, è la base di tutto, è armonia”.
Ricorda ancora con dovizie di particolari la sua prima sfilata, di cui custodisce ancora con cura i bozzetti originali, fu un vero e proprio scandalo; ad una Mosca abituata a vestire completamente di grigio e nero Slava propose una collezione fatta di giacche imbottite e gonne dai colori sgargianti. Lo sconcerto però fu accompagnato anche dal grande interesse della stampa straniera, e nello specifico quella francese; entra così in contatto con stilisti del calibro di Pierre Cardin, che lo definì “first among equals” ovvero primo fra pari, Marc Bohan, allora fashion design di Dior, Guy Laroche e Madame Carven.
Slava è veramente una forza della natura, nella sua lunga e fortunata carriera non lo troviamo solo nelle vesti di couturier di alta moda ma anche come uomo di spettacolo, per diversi anni lo abbiamo visto nel famoso programma televisivo “модный приговор”, docente della sua prestigiosa scuola di moda ed infine artista, disegna personalmente con il supporto di Slava Zaitsev  sfilatainnovativi software tutte le stampe per tessuti, piastrelle, biancheria e realizza quadri esposti persino in America!
Il suo talento a ben guardare era manifesto già in giovanissima età, cantava in un coro, recitava poesie e amava ballare; un giorno poi su suggerimento della madre che gli disse di imparare a cucire per evitare di starsene seduto ad annoiarsi, iniziò a farlo ed imparò. Insieme alle amiche d’infanzia amava cogliere fiori e poi dipingerli. Insomma, non proprio tutto avviene per caso!
La Russia intera ama Slava ed il suo stile per la sua poliedricità, le sue collezioni non sono mai uguali a se stesse, c’è sempre qualcosa di nuovo ed innovativo pur mantenendo una classicità di fondo, che è il suo marchio di fabbrica.
Slava con orgoglio mi mostra interi cataloghi di sue stampe, prestigiosi scatti fotografici di chiara ispirazione caravaggesca e parte della sua collezione di quadri, alcuni dei quali arrivati a Mosca da una delle sue ultime mostre svoltasi presso il museo etnografico di Pietroburgo.
Il tempo a nostra disposizione è oramai terminato, Slava è atteso ad un concorso che proprio in quel giorno si svolgeva in Atelier, mi saluta invitandomi alla sua prossima sfilata e con grande sorpresa mi fa dono di una su biografia autografata del 1992. Ringrazio nuovamente Slava Zaitsev per la grande ospitalità con cui ha voluto aprirmi le porte della sua “Dom modi” e le preziose collaboratrici che hanno permesso il nostro magnifico incontro. Do svidaniya Slava!

versione articolo in lingua russa

Advertisements

Francesca Brienza

 

 

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!