Ce..." /> Sergey Razov: "l’indipendenza e l’imparzialità dei media sono fondamentali per creare un clima di fiducia tra i popoli" - Russia News / Новости России

Giornalismo

Pubblicato il settembre 6th, 2019 | Da Redazione Russia News

0

Sergey Razov: “l’indipendenza e l’imparzialità dei media sono fondamentali per creare un clima di fiducia tra i popoli”

Roma – Il Centro russo di scienza e cultura a Roma ha ospitato l’VIII Conferenza internazionale «Russia ed Europa: problemi attuali del giornalismo moderno». L’evento, tradizionalmente frequentato da esperti e dirigenti dei mass media europei, politici, diplomatici, ricercatori, politologi e CEO di aziende internazionali, che si è tenuto per la prima volta a Parigi, nel novembre del 2011, e successivamente a Berlino (2012), Vienna (2014), San Marino (2015), Bratislava (2016) e Sofia (2018) è il frutto della collaborazione tra la rivista «Mezhdunarodnaya Zhizn» (pubblicata con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa) e l’Agenzia federale russa per la stampa e le comunicazioni di massa. L’incontro, aperto da una sessione plenaria, è poi proseguito con tre tavole rotonde dal tema attualissimo: «Il concetto “la Russia e il mondo” nel paradigma del discorso politico europeo, sempre più complesso», «L’influenza dei media moderni sulle dinamiche di trasformazione delle élites politiche nell’Europa orientale, centrale e occidentale» e “Trasformazione sistemica e funzionale dei media informativi in Russia e in Europa: condivisione della responsabilità».

Ad introdurre la cerimonia ufficiale di apertura è stata la relazione dell’ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Federazione Russa presso la Repubblica Italiana e la Repubblica di San Marino, Sergej Razov, che nel suo intervento, ha sottolineato il “ruolo fondamentale dei media e dei mezzi di informazione che, operando con indipendenza e professionalità, rispettando i punti di vista alternativi, possono contribuire a creare fiducia e comprensione reciproca tra i popoli”. Auspicando che gli operatori del settore esercitino la professione sempre con imparzialità ed onestà intellettuale ha ricordato come, fermo restando l’imprescindibile principio della libertà di opinione, sia di fondamentale importanza la verifca delle fonti, l’accertamento dei fatti e l’assunzione di responsabilità in merito alla diffusione dei contenuti.  Infine, essendo il giorno del giuramento del sessantaseiesimo governo italiano successivo alla seconda guerra mondiale, l’ambasciatore ha voluto sottolineare come, a differenza di altri Stati, che si sono espressi con preferenze sulla coalizione, la guida e la composizione del nuovo governo, la Federazione Russa, rispettosamente, ha seguito con interesse, ma senza interferire, le vicende politiche italiane. Razov ha voluto infatti sottolineare come, avendo la Russia e l’Italia interessi simili, se non addirittura coincidenti, hanno sempre avuto solide relazioni diplomatiche che, augurando un buon lavoro al governo neo incaricato, ha auspicato possano continuare ed intensificarsi sempre più.

Advertisements

Dopo la relazione di Razov sono intervenuti la direttrice del Centro russo di scienza e cultura a RomaDariya Pushkova,  il vice direttore dell’Agenzia federale per la stampa e le comunicazioni di massa della Federazione Russa Tatiana Naumova, il direttore della rivista organizzatrice «Mezhdunarodnaya Zhizn» Armen Oganesyan, ed il vice direttore del Dipartimento media, radio e televisione Elena Gorenkova. Al Forum si è inoltre registrata la presenza di alcune delle più importanti personalità dei media russi ed europei, nonché i rappresentanti di organizzazioni internazionali, missioni diplomatiche e istituzioni.

Da registrare anche l’intervento di Irina Raskina, corrispondente russa a Roma per il nostro giornale “Russia News“, che è intervenuta sul tema della libertà di parola in Italia, facendo considerazioni sul fatto che “i giornalisti italiani spesso, essendo privatamente d’accordo con l’abolizione delle sanzioni contro la Russia, ad esempio, devono poi scrivere invece testi che concordino con la versione officiale del mezzo comunicazione per quale lavorano, diventando così dei semplici impiegati“. Raskina è una giornalista russa residente a Roma da 30 anni , che scrive in russo, italiano ed inglese e fa parte anche della Flip (Free Lance International press),  associazione di stampa libera nata in Italia circa 25 anni fa, che riunisce giornalisti di diversi paesi, Russia inclusa, con l’obiettivo principale di dare la possibilità di espressione libera e pubblica delle proprie opinioni.

Stefano Tardi

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







    SeedingUp | Digital Content Marketing

  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!