Economia

Pubblicato il luglio 20th, 2017 | Da Redazione

0

RISCHIO PAESE E RIPRESA ECONOMICA: RUSSIA ED EUROPA SU, CINA E USA GIU’

Alla fine del primo trimestre 2017, ci si chiedeva se la timida ripresa economica mondiale fosse stata o meno un fuoco di paglia. Tre mesi più tardi, la ripresa sembra durare, soprattutto per numerosi settori industriali e in Europa, malgrado qualche nuvola all’orizzonte negli Stati Uniti e in Cina oscuri lo scenario. Lo evidenzia il report Coface, leader mondiale nell’assicurazione dei crediti, relativo al secondo trimestre.

In questo barometro, si osserva come la diminuzione dei consumi negli Stati Uniti, i termini ancora poco chiari dello stimolo fiscale e del programma di investimenti annunciati dalla Casa Bianca e l’aumento dei tassi di interesse siano tutti elementi da tenere sotto controllo. Nella Zona euro, si evidenziano buone notizie: l’allentamento delle condizioni del credito favorisce gli investimenti delle imprese; la crescita supera le attese; la fiducia delle imprese è ai massimi livelli storici da sei anni; la fiducia dei consumatori è in aumento. Con la significativa eccezione del Regno Unito, si stima che in Europa le insolvenze d’impresa diminuiranno: la Spagna è riclassificata da A3 ad A2 e il Portogallo da A4 ad A3.

Advertisements

In Russia (riclassificata da C a B), si intravede la ripresa, soprattutto nel settore auto (la cui valutazione è rivista al rialzo). Ci sono buone notizie per i vicini della Comunità di Stati Indipendenti (Csi). Anche l’Uzbekistan assiste al miglioramento della valutazione da D a C. In alcuni paesi della Csi rimangono però delle zone d’ombra: il rischio politico è notevole e la fragilità dei settori bancari, come quello del Kazakhstan e dell’Azerbaijan, è ancora preoccupante.

Il secondo trimestre segna la fine delle buone notizie per la Cina. In aprile e maggio, le spie dell’economia sono tutte arancioni, o addirittura rosse, compresa la fiducia di alcuni attori economici. In queste condizioni, il rischio di insolvenze delle imprese è in aumento. È opportuno essere prudenti e monitorare nei prossimi mesi l’evoluzione della seconda potenza economica mondiale.

Altri esempi della fragilità di questa ripresa della crescita mondiale: numerosi Paesi emergenti assistono al declassamento della propria valutazione, soprattutto l’Africa (Namibia, isole Mauritius) e il Medio Oriente (Qatar, Bahrein).

RED

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







    SeedingUp | Digital Content Marketing

  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!