Milano Top

Pubblicato il luglio 5th, 2015 | Da admin

0

MILANO MODA UOMO: LE TENDENZE UOMO PER LA PRIMAVERA/ESTATE 2016

E così anche per quest’anno la Milan Fashion Week dedicata alle Tendenze Uomo Primavera/Estate 2016 è volta al termine. Molti sono stati i Fashion Show e le presentazioni che hanno affollato questi cinque giorni di moda acarshoes 2 Milano. Parlando di collezioni rigorosamente Made in Italy interessante è il progetto MTO ( Made To Order) di Carshoes emerso durante la presentazione di sabato 20 giugno; la rinomata casa di moda delle classiche scarpe da guidadriving shoes”, pur mantenendo inalterato confort, praticità e qualità, decide di andare incontro alle sempre più sofisticate esigenze del suo cliente dandogli la possibilità di creare una scarpe rigorosamente su misura, scegliendo fra quattro tipologie di pellami pregiati differenti: struzzo, cordovan, coccodrillo e coccodrillo seta. Suggestiva in show-room la possibilità di vedere un vero artigiano Carshoes al lavoro.

orcianiDal marchigiano Orciani vige invece l’armonioso mix fra tradizione, innovazione e come sempre l’utilizzo di materie prime di altissimo livello qualitativo, per poter offrire un prodotto che non scende mai a compromessi. Immancabili le cinture “No buckle, No size, No season”, cinture realizzate senza l’ausilio della classica fibbia, senza taglia e questo proprio perché la stessa cintura può vestire dalla misura 80 alla 120; la limitata presenza di elementi metallici permette all’uomo sempre in viaggio di non doversela sfilare ogni qualvolta si trova a dover salire su un aereo.orciani 2
Di grande interesse anche la cintura “patchwork” costituita da ben 5 tipologie di pellami lavorati con modalità differenti. Fra le bag, interessante la Shopping realizzata in morbido camouflage, che a detta di Claudio Orciani, come il denim, non uscirà mai più di moda.

Advertisements

valextraDal re del minimalismo, Valextra, fiore all’occhiello delle novità per la prossima SS 2016 è la borsa “Polyhedral”, da lavoro o da weekend, questa borsa in pregiata pelle di vitello spazzolato, è presentata in tre colorazioni differenti e nelle tre forme che la stessa può assumere. Di notevole interesse sono anche la “V valextra 2Punch Tote” in color senape, basilare, a mano e con taschino esterno che elegantemente riprende la V di Valetra ed il “V Backpack”, già visto moltissimo in questa stagione è proposto qui in stile classico, a spalla, in pelle nera opaca, scelta ideale per un uomo d’affari che vuole stare sempre al passo coi tempi.

andrea incontriPassando al Ready To Wear sono rimasto particolarmente colpito dalle stampe utilizzate per la creazione della collezione di Andrea Incontri; qui la “Land Art Print”, proposta in diverse tonalità, che riprende l’arida terra del deserto si contrappone alla lussureggiante e coloratissima “Waterleaf Print” ove la sensazione è quella di una natura che prende il sopravvento grazie alla sua miriade di colori.
“Shirtrench”, connubio perfetto fra il classico trench e la camicia, è il focus della collezione Andrea Incontri; proposto in stampe, colori, taglie e dimensioni differenti, questo capo risulta andrea incontri 2essere super versatile e grazie ad una doppia fila di bottoni permette di ottenere due “fit” completamente differenti.
Come nel Ready To Wear così negli accessori la parola d’ordine risulta essere “a-gender”; interessanti la “Bongobag”, il “Bongobackpack” e la Pochette che all’occorrenza si trasforma in una Shopping bag.

Dal 20 al 22 giugno al Superstudiopiù ed all’Ex Ansaldo si è svolta anche l’ oramai ben noto “White Trade Show”, che rispettivamente negli spazi di Via Tortona 27 e 54 ha dato la possibilità a talenti emergenti e non di esporre le proprie collezioni di RTW e Accessori, in tutto 207 fra proposte solo uomo, solo donna ed entrambe.
Nella giornata di lunedì 22 giugno si è concluso inoltre il nuovo progetto lanciato da White e Camera Buyer “Time Award”, nato all’uopo di supportare, dare voce e valorizzare un segmento della moda ancora non molto conosciuto dal pubblico finale; nella Sala Lounge del White, in collaborazione con importanti partner quali Lancia, Farfetch e Russian Buyers Union, dieci fra designer e stilisti elena bugranova Buyer russiasi sono sfidati. Vincitore della manifestazione è Bliss Lau, statunitense e produttore di gioielli Made in USA. Premio speciale è stato assegnato anche da Elena Bugranova, imprenditrice, editrice di Fashion&Beauty e presidente della Camera dei Buyer di Russia, che ha deciso di premiare il Brand italiano Ultrachic per la sua freschezza e la sua gioia di vivere. Elena ha particolarmente apprezzato le stampe, i colori e i tessuti pregiati di Ultrachic perchè molto vicini ai gusti della donna russa contemporanea, che quando veste ama stupire e mai passare inosservata. Per quanto riguarda i Fashion Show sui quali desidero rivolgere l’attenzione sono: Ermanno Scervino, Christian Pellizzari e Stella Jean Homme.

L’arte e l’estro di Ermanno Scervino impressionano come sempre per la loro eleganza; l’uomo Scervino per la prossima SS 2016 riesce a mixare nel proprio guardaroba capi dallo stilescervino military, sartorialità e giacche completamente destrutturate, creando così delle combinazioni piacevolmente inusuali.  Il camouflage ed il maxi pied-de-poul si armonizzano come non mai e capispalla di reminiscenza Napoleonica si trasformano in piumini e caban. Solo Scervino a mio avviso riesce a rendere il rigato regimental e la passamaneria declinata a spilla di una leggerezza tale da esser portati per la vita di tutti i giorni.

Dal giovane Christian Pellizzari è il barocco con il suo magnifico passato, anche se mai rimpianto, e lo jaquard, oramai suo marchio di fabbrica, che pellizzarianimano la collezione primavera/estate 2016; lo Sportswear contamina molte sue uscite pur rimanendo sempre molto raffinato grazie a trame tappezzeria, dettagli e ricami che richiamano fortemente il paese del Sol Levante e l’India. Il risultato è un armonioso mélange fra un genere più formale e da cerimonia e quello più cosmopolita dato dallo stile militare e dall’utilizzo di pezzi daily quali la T-shirt in jersey, il denim e le camicie in popeline.

stella jeanInfine da Stella Jean Homme si respira aria di multiculturalismo; la stilista di origine italo-haitiane per la sua SS 2016 pensa ad un uomo a righe, quelle righe Made in Burkina Faso, che danno movimento e dinamismo a tutta la collezione. Anche qui la chiave necessaria per comprendere appieno il suo stile è il motto “gli opposti si attraggono”; questo si palesa quando il trench o la classica giacca formale sono pensati in coppia con dei bermuda o costumi scervino_2stampati oppure quando il simbolo per antonomasia della cultura metropolitana, il parka, viene sdoganato abbinandolo a sandali dal forte richiamo di natura e tribù.

Barbara Cassani

 

 

 

 

 

scervino 4scervino 5pellizzari 2pellizzari 3pellizzari 4stella jean2stella jean3

 

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!