Milano Top

Pubblicato il maggio 20th, 2015 | Da admin

3

LE CRAVATTE DI GIANNI CERRUTI: UNA ECCELLENZA DEL MADE IN ITALY

Milano – Avevo sentito parlare molto di Gianni Cerutti e delle sue cravatte su misura già prima del nostro incontro, mi avevano detto: “Ci metto non una mano sul fuoco bensì tutte e due le mani, i suoi prodotti sono unici, sensazionali,Le cravatte di Gianni Cerutti 1 devi vederli e toccarli soprattutto; non sono sicuro però che rilasci interviste, ma tu provaci”.
Detto fatto e così lo contatto, gli mando una mail e gli racconto il mio progetto, scrivere di eccellenze di Made in Italy, di quelle realtà di nicchia, quelle perle di artigianalità oramai I tessuti e la lavorazione artigianale delle cravatte di Gianni Ceruttidifficili da scovare che proprio perché tali vanno portate alla luce e mostrate al mondo intero; percepisco Gianni piacevolmente interessato e pur essendo molto preso in quel periodo mi dice che si sarebbe trovato a Milano per un ordine proprio pochi giorni più tardi. E’ fatta, ho pensato!
Luogo del nostro appuntamento il prestigioso Hotel Four Season di Via del Gesù a Milano, è proprio vero che la classe non è acqua; Gianni mi fa capire che per proporre un prodotto “top di gamma” anche la location, ove questo va presentato al cliente, nonLe cravatte di Gianni Cerutti 3 deve essere lasciata al caso.
Si presenta all’appuntamento préciso come un orologio svizzero; pantaloni giallo senape in tinta con la stoffa della cravatta (ovviamente di sua produzione), giacca blu scuro a quadri “oversize” di colore bianco, camicia bicolore azzurro chiaro con colletto e polsini bianchi ed occhiali blu elettrico a dimostrare che l’outfit, oggi, è il primo biglietto da visita.

Gianni CeruttiGianni è un ragazzo, non si potrebbe dire altrimenti, dati i suoi 28 anni, ma già con un curriculum vitae degno di nota: giornalista come il nonno paterno, vanta collaborazioni prestigiose con testate di settore come “Vogue Uomo” ove si occupa proprio di raccontare le storie dei migliori artigiani ad oggi ancora poco conosciuti, e non in ultimo l’amore, non solo per la moda, ma soprattutto per il bello, il buongusto, l’eleganza ed il savoir faire tutto italiano.

Advertisements

Passaggio cravatte” è una realtà che nasce a Robbio in provincia di Pavia, insieme alla preziosa collaborazione della moglie, dalla costante I tessuti utilizzati per le cravatte di Gianni Ceruttiricerca, da parte di Gianni, della perfezione; lui è sempre stato un patito di cravatte, tuttavia quella proprio fatta per lui non l’ha mai trovata, fino a quando ha iniziato a tagliare e cucire le proprie, realizzando su misura i propri desideri.
Appassionato del Vintage, e nello specifico di stoffe dagli anni 50 agli anni 80, Gianni si definisce un vero e proprio “antiquario” e questo perché è alla costante ricerca del pezzo più autentico, originale, unico, tanto che per appagare tale suo desiderio cerca di scovare aziende e magazzini in disuso; rammenta con piacere la ricchissima scoperta fatta in una sfarzosa villa di epoca fascista oramai disabitata da decenni.

Per Gianni il vintage è qualità e stampa a mano, a dispetto di quanto oggi riesca a fare la tecnologia; le fantasie e le texture vintage sono uniche, ineguagliabili mi dice, per non parlare della loro durata; le cose un tempo erano create per durare e non per essere meramente alla moda.

Le cravatte di Gianni CeruttiCiò che Gianni offre al suo cliente non è solo una cravatta, un papillon o un foulard “bespoke”, ma un prodotto unico ed esclusivo, che si distingue da tutto ciò che oggi si può trovare sul mercato, e proprio per questo ricco di personalità; un esempio su tutti il fatto che le sue cravatte sono realizzate a “sette pieghe” ovvero non dall’assemblaggio di più lembi di stoffa uniti insieme.
Il cliente di “Passaggio Cravatte” può quindi scegliere stoffa, modello, lunghezza, larghezza, interno cravatta ed iniziali, in classico filo di seta, cotone o oro 24 carati; dandy cosmopolita per antonomasia tanto Gianni quanto il suo cliente sono dei ricercatori dell’eccellenza e di prodotti altamente “customizzati”; Gianni non ama ciò che può essere alla portata di tutti o per meglio dire ciò che può esser definito commerciale.
Questa scelta la porta avanti anche scegliendo volontariamente di non avere un Atelier, un negozio su strada o uno show-room.

Approssimativamente 15 sono i giorni necessari per la realizzazione delle sue cravatte che ovviamente vengono spedite in tutto il mondo.

Dai suoi esigentissimi clienti russi Gianni ha imparato ad essere ancor più “customer-oriented”, a comprendere appieno ciò che gli viene richiesto, le loro reali necessità, insomma a realizzare i loro desideri, facendo risultare la sua attività, a fine lavoro, ancor più stimolante e gratificante. Bravo Gianni!

Francesca Brienza

 

 

 

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , ,


Autore Articolo



3 Responses to LE CRAVATTE DI GIANNI CERRUTI: UNA ECCELLENZA DEL MADE IN ITALY

  1. Mattia Marchetti says:

    Che è anche un truffatore ce lo siamo dimenticati nell’articolo? 🙂

  2. Angela says:

    Domanda:le cravatte presentate al cliente al Four Season?
    Perché non nei laboratori dell’azienda? Se sono un prodotto di lusso perché non accogliere i clienti dove vengono fatte? Quando uno compra una Ferrari, un Vacheron Costantin non ha appuntamento in un albergo, ma dove le vendono.
    Non credo sia un vanto questo.
    Magari poi è un nuovo tipo di approccio commerciale del Luxury.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!