L'asse eurasiatico guidato da Russia-Cina sempre più forte e distante dall'Occidente. Il suicidio politico dell'Europa - Russia News / Новости России

Esteri

Pubblicato il Dicembre 19th, 2021 | Da Redazione Russia News

0

L’asse eurasiatico guidato da Russia-Cina sempre più forte e distante dall’Occidente. Il suicidio politico dell’Europa

Il presidente Xi Jinping, nel vertice virtuale con l’omologo Vladimir Putin, ha detto che “le relazioni Cina-Russia hanno superato prove di varie tempeste e dimostrato nuova vitalità“. Cina e Russia hanno dimostrato “le loro responsabilità di grandi potenze e sono diventate il pilastro del vero multilateralismo e della salvaguardia dell’equità e della giustizia internazionali“. Le parti “si sostengono a vicenda su temi di interesse centrale e difendono interessi condivisi”. Xi, per i media di Pechino, si è detto pronto a “nuovi piani di cooperazione in vari campi, per lo sviluppo duraturo e di alta qualità dei legami bilaterali”.

Si manifesta sempre più profonda la spaccatura tra l’Occidente e il fronte eurasiatico guidato da Russia e Cina, sempre più unito. E il baratro potrebbe ulteriormente farsi più spaventoso, con i prossimi Giochi Invernali di Pechino, che gli Usa, ma non solo gli Usa intendono boicottare almeno sul piano diplomatico. Ma le tensioni latenti tra Pechino e Washington stanno gettando un’ombra anche sui mercati, dopo che la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato una risoluzione per vietare le importazioni dalla regione cinese dello Xinjiang, misure per dire no a lavoro forzato e altri abusi. Oltre a questo, gli Stati Uniti stanno considerando sanzioni che andrebbero a colpire la produzione miliardaria cinese di chip per computer. La faccenda si complica ulteriormente dopo che Pechino ha definito infondate le preoccupazioni sulla sicurezza dei diplomatici lituani in Cina, partiti frettolosamente.

Pechino ha declassato le relazioni diplomatiche con la Lituania il mese scorso dopo che Taiwan ha aperto un ufficio di rappresentanza nella capitale dello stato baltico. Una spaccatura non da poco con uno dei Paesi più atlantisti del blocco a 27, da sempre in posizione critica rispetto alla Russia e alla Bielorussia. “Il prossimo febbraio, finalmente, potremo incontrarci di persona a Pechino“, dice Vladimir Putin a Xi Jinping, mostrano la loro buona intesa durante una videoconferenza, in piena tensione con l’Occidente. Il numero uno del Cremlino conferma così la sua visita alle Olimpiadi invernali cinesi. Giusto per sottolineare chi sta con chi. Mentre il resto del mondo dimostra scetticismo.

Insomma, ad osservare la politica dell’Occidente, di Europa e America, nei confronti della Russia, viene da chiedersi se non si sta assistendo a un lento, doloroso e inspiegabile tentativo di suicidio politicoPare infatti che le cancellerie europee facciano tutto ciò che possono per spingere sempre più la Russia verso le braccia della Cina. Si sforzino, cioè, di consegnare definitivamente il più vasto deposito di materie prime e risorse naturali (gas e petrolio, certo, ma anche una gamma vastissima di minerali indispensabili all’industria, oltre a oro e diamanti), la Russia appunto, all’influenza della potenza manifatturiera della Cina. Favorendo così i piani di Xi Jingpi e della dirigenza cinese, che punta ormai a sfidare gli Usa sul piano della competizione globale.

La russofobia a stelle e strisce, alimentata attraverso la Nato e i Paesi dell’ex Est europeo, serve a questo: a impedire una normalizzazione dei rapporti tra Bruxelles e Mosca e bloccare l’Europa nell’ambito delle politiche decise a Washington. Non a caso i Paesi europei con cui la polemica di Washington è più forte sono la Francia di Macron (che chiede l’esercito europeo e giudica la Nato in stato di “morte cerebrale”) e la Germania, che con la Russia conduce una diplomazia a sé stante. Per questi motivi dunque, si può parlare di suicidio politico dell’Europa, che infatti, a dispetto del proprio ruolo fondamentale, da lungo tempo non riesce a essere protagonista delle scelte che la riguardano.

RED

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator





  • Official Facebook Page

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!