Medicina

Pubblicato il febbraio 20th, 2021 | Da Redazione Russia News

0

LA RUSSIA REGISTRA ANCHE UN TERZO VACCINO ANTICOVID: IL COVIVAC (Ковивак)

Il ministero della Salute russo ha registrato un terzo vaccino contro il Covid-19: il CoviVac (Ковивак) , realizzato dal Centro scientifico federale per la ricerca e lo sviluppo di farmaci di immunobiologia Chumakov di San Pietroburgo. Lo ha annunciato il premier Mikhail Mishustin, secondo cui “a metà marzo le prime 120.000 dosi saranno distribuite tra la popolazione civile”.

Gli altri due vaccini registrati in Russia contro il Covid-19 sono lo Sputnik V del Centro Gamaleya e l’EpiVacCorona del Centro Vektor. Entro la fine del primo semestre di quest’anno, la Russia prevede di produrre 88 milioni di “set di dosi” di vaccini contro il Covid, di cui 83 milioni di Sputnik V. Lo ha annunciato vice premier russa Tatiana Golikova. “Ad oggi abbiamo in programma di produrre entro metà anno, al momento senza contare il vaccino CoviVac, 88 milioni di set di dosi“, ha detto Golikova, ripresa dall’agenzia di stampa statale russa Tass.

Advertisements

Queste le caratteristiche dei tre vaccini:

Tipi di vaccini e caratteristiche di ricerca

  • “Covivac” è il vaccino più “tradizionale“, creato direttamente sulla base del nuovo coronavirus. La vaccinazione ti consente di imitare il processo naturale del corpo di combattere il virus. Come sottolineano gli sviluppatori, le particelle virali in CoviVac non sono più in grado di causare alcun danno al corpo umano, ma sono in grado di indurlo a sviluppare l’immunità.
  • Sputnik V è un vaccino vettore a base di adenovirus umano con l’aggiunta di informazioni genetiche del coronavirus. “EpiVacCorona” è stato creato sulla base di elementi strutturali sintetizzati artificialmente del nuovo virus.
  • A marzo sono previste le sperimentazioni cliniche post-registrazione di “CoviVac“, a cui parteciperanno 3mila volontari. Studi simili su Sputnik V sono iniziati il ​​9 settembre 2020 e su EpiVacCorona il 17 novembre. Alla prima partecipano più di 30mila persone, alla seconda oltre 3mila.
  • Inoltre, il 19 febbraio, sperimentazioni cliniche internazionali del farmaco “Sputnik Light“, sviluppato sulla base di un vaccino del Centro Gamalei. Vi parteciperanno in totale 6mila volontari.

Efficienza e sicurezza

  • Secondo il Ministro della Salute della Federazione Russa, Mikhail Murashko, le prime due fasi dei test hanno confermato la sicurezza e l’efficacia di CoviVac. Le stime ufficiali di questi parametri non sono ancora state rese note.
  • L’efficacia dello “Sputnik V“, secondo gli sviluppatori (pubblicato a febbraio su una delle principali riviste mediche The Lancet), raggiunge il 91,6% e il farmaco protegge del 100% dalle forme moderate o gravi della malattia. Lo Sputnik V è uno dei tre vaccini al mondo con oltre il 90% di efficacia.
  • I risultati della prima e della seconda fase dei test EpiVacCorona dovrebbero essere pubblicati a breve. Finora, è noto che gli anticorpi contro il coronavirus sono apparsi nel 100% dei partecipanti a studi sui farmaci di età compresa tra 18 e 60 anni e nel 94% dei volontari con più di 60 anni.

Archiviazione, costi, volumi

  • Tutti e tre i vaccini possono essere conservati tra 2 e 8 gradi sopra lo zero. Questo li rende più facili da trasportare.
  • Il costo di “CoviVac” è ancora sconosciuto. Il prezzo di una dose di Sputnik V ed EpivacCorona, secondo stime preliminari, è praticamente lo stesso – circa $ 10.
  • Al momento sono state prodotte circa 10 milioni di dosi di Sputnik V e 80mila dosi di EpiVacCorona. Secondo il vice primo ministro Tatyana Golikova, la Russia prevede di produrre 88 milioni di serie di dosi di vaccini contro il coronavirus entro la fine della prima metà del 2021, escluso Kovivac.

Inizio della vaccinazione e registrazione nel mondo

  • L’inizio della vaccinazione su larga scala con CoviVac è previsto per questa primavera. Le prime 120mila dosi di CoviVac saranno lanciate nella circolazione civile a metà marzo. I creatori del vaccino intendono entrare nei mercati internazionali.
  • Lo Sputnik V è stato immesso nella circolazione civile l’8 settembre dello scorso anno, la vaccinazione su larga scala è iniziata nella Federazione Russa il 5 dicembre e la vaccinazione di massa il 18 gennaio 2021. Il farmaco è già stato registrato in più di 25 paesi, tra cui Bielorussia, Argentina, Bolivia, Serbia, Algeria, Palestina, Venezuela e altri.
  • Il farmaco “Vector” è entrato in circolazione tra i civili l’11 dicembre. Il primo e finora l’unico paese oltre alla Russia a registrare il farmaco è il Turkmenistan.

RED

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







    SeedingUp | Digital Content Marketing

  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!