La Russia nella nuova stagione dei teatri italiani

 

Dalla Scala di Milano all’Opera di Roma, passando per Torino, Venezia e Napoli, titoli e artisti dalla Federazione che si confronteranno con le iniziative legate al Bicentenario di Verdi.

 

In un anno dominato dalle celebrazioni verdiane, i teatri d’opera e balletto italiani non dimenticano di inserire titoli e artisti russi nei cartelloni della nuova stagione 2013-2014.

Su tutti, il Teatro alla Scala di Milano (per maggiori informazioni cliccarequi), che ha in serbo una programmazione costellata di nomi russi. A partire dall’opera che il 7 dicembre 2013 inaugura la stagione: La Traviata(4/12/2013 anteprima giovani; repliche 12/12/2013-3/1/2014) la cui regia (insieme alle scene) è affidata all’enfant terrible del teatro russo: Dmitri Tcherniakov. Il pubblico scaligero ha già avuto modo di apprezzarlo per unGiocatore di algida intensità e per quell’Evgenij Onegin che ha rilanciato l’opera al Teatro Bolshoj, mentre la curiosità cresce per il nuovo allestimento russo del Verdi più popolare.

Tcherniakov firma anche la regia e le scene di un’autentica rarità per l’Occidente, l’opera di Riimskij-Korsakov La Sposa dello zar (2-14/3/2014), che si rappresenta alla Scala per la prima volta: un’altra sfida per un regista contemporaneo come lui, alle prese con un titolo tanto arcaico e squisitamente slavo, questa volta con un cast tutto russo e sotto la bacchetta di Daniel Barenboim, pure di origini russe.

Ma è la stagione di balletto, diretta da Makhar Vaziev, a dispiegare un’armata di star ospiti provenienti dalla Russia, scritturate per classici di repertorio e nuove creazioni. Come la Serata Ratmansky (17/12/2013-16/1/2014), intitolata al coreografo russo più stimato della sua generazione, che presenta tre titoli: Concerto DSCH, ripreso dopo il successo del 2012,Russian Seasons, nato per il Balletto del Bolshoj, e Opera, la nuova creazione coreografica e musicale (la partitura è di Leonid Desyatnikov) per la Scala. I primi due balletti vantano la presenza dell’étoile scaligeraSvetlana Zakharova.

 

Fonte: Russia Oggi

CLICCA MI PIACE:


Autore Articolo



Torna in Alto ↑