Il parlamento della Lettonia dichiara la Russia stato "sponsor del terrorismo" e l'Estonia chiude il confine ai visti Schengen russi - Russia News / Новости России

Esteri

Pubblicato il Agosto 11th, 2022 | Da Redazione Russia News

0

Il parlamento della Lettonia dichiara la Russia stato “sponsor del terrorismo” e l’Estonia chiude il confine ai visti Schengen russi

Il parlamento della Lettonia (il Saeima) ha dichiarato la Russia uno stato “sponsor del terrorismo“, ha affermato il parlamento in una dichiarazione pubblicata giovedì sul suo sito ufficiale.

L’11 agosto, il Saeima ha approvato una dichiarazione, che riconosce le attività delle truppe russe in Ucraina come terrorismo e dichiara “la Russia come uno stato sponsor del terrorismo“.

La dichiarazione del Saeima invita i paesi dell’UE a sospendere immediatamente il rilascio dei visti turistici e di ingresso ai cittadini russi e bielorussi“, si legge nella nota.

I membri del parlamento lettone affermano che la Russiaha sostenuto e finanziato per molti anni regimi e organizzazioni terroristiche in vari modi, direttamente e indirettamente“.

Nella dichiarazione si legge inoltre che:

i parlamentari condannano fermamente l’aggressione militare e l’invasione su larga scala dell’Ucraina da parte della Federazione Russa con il sostegno e il coinvolgimento del regime bielorusso e invitano la comunità euro-atlantica e i suoi partner a intensificare con urgenza e ad attuare ulteriori sanzioni contro la Russia“.

L’Estonia chiude il confine ai russi con i visti Schengen

Le autorità estoni hanno deciso di vietare ai cittadini russi con visti Schengen rilasciati dall’Estonia di entrare nel proprio territorio. Questo quanto dichiarato oggi il ministro degli Esteri, Urmas Reinsalu in una conferenza stampa del governo.

Tra una settimana verrà applicata la sanzione ai visti Schengen rilasciati dall’Estonia. I titolari di visto dalla Russia saranno soggetti a restrizioni. Gli verrà negato l’ingresso in Estonia“, ha affermato.

NARVA, ESTONIA – People walk past the border crossing from Estonia into Russia over the Narva River

Reinsalu ha aggiunto che sarebbero state apportate alcune eccezioni a questa regola. In particolare, saranno esentati dal divieto il personale degli uffici diplomatici in Estonia e le loro famiglie, nonché le persone impegnate nel trasporto internazionale o aventi diritto alla libera circolazione ai sensi delle leggi dell’UE. Inoltre, le restrizioni non si applicheranno alle persone il cui ingresso in Estonia è necessario per motivi umanitari e ai parenti stretti dei cittadini del paese o ai titolari di un permesso di soggiorno permanente dell’Estonia.

Reinsalu ha affermato che l’Estonia dispone di dati su oltre 50.000 visti Schengen validi rilasciati a cittadini russi.

In precedenza, il primo ministro estone, Kaja Kallas ha affermato di ritenere necessario vietare il rilascio di visti turistici dell’UE ai cittadini russi. Successivamente, il portavoce del governo tedesco, Steffen Hebestreit , come abbiamo già scritto, ha affermato che una proposta in tal senso è stata presentata per la riunione che si terrà per fine agosto all’UE. Un rappresentante della Commissione europea, commentando la possibilità di tali restrizioni, ha detto ai media che i paesi dell’UE devono rispettare i loro obblighi internazionali e garantire il rilascio di visti ai membri delle famiglie dei cittadini dell’UE, agli operatori umanitari, ai giornalisti e residenti. Il portavoce presidenziale russo, Dmitry Peskov ha detto, in risposta alla proposta della Kallas, che un certo numero di paesi che Mosca aveva già dichiarato ostili, hanno mostrato strane amnesie nelle loro ostilità.

RED

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in Alto ↑
  • Translator





  • Official Facebook Page

  • Russia News Magazine

  • Russian Friendly

  • Выбранный для вас!