Export & Business

Pubblicato il aprile 21st, 2017 | Da Redazione

0

III FORUM DI YALTA IN CRIMEA: FOLTA LA DELEGAZIONE ITALIANA CON POLITICI E IMPRENDITORI

Folta la delegazione italiana al Forum Economico Internazionale che si sta svolgendo a Yalta in Crimea. Sono presenti Il sen. Sergio Divina,  il presidente del Consiglio Regionale Veneto Ciambetti, Luis Durnwalder, altri consiglieri, senatori ed una rappresentanza di imprenditori  Veneti e del Nord Italia, nella giornata in cui il Forum è dedicato all’ Italia. Il Forum è uno dei maggiori eventi economici organizzati dalla Crimea dopo la sua adesione alla Federazione Russa.

Divina, come del resto tutta la delegazione italiana, ha sostenuto “quanto sbagliate e inopportune siano le sanzioni impartite dall’Europa alla Russia, sanzioni che con l’embargo stanno provocando danni ingenti soprattutto alla nostra economia“.  Il senatore trentino della Lega Nord ha inoltre rimarcato come i ripresentanti italiani al Forum “siano classificati come i disubbidienti d’Europa“, e  “nonostante le sanzioni, che riteniamo ingiuste, non abbiamo paura e siamo qui con imprenditori coraggiosi per mantenere e sviluppare i rapporti economici che servono ai nostri rispettivi Paesi“.

Advertisements

Sergej Aksenov, a capo della Repubblica di Crimea da quando la penisola è stata annessa alla Russia, intervistato al III Forum Internazionale di Yalta, ha dichiarato:La situazione per la Crimea nell’arena internazionale sta cambiando in meglio. Come si dice, “Gutta cavat lapidem”, ossia la goccia scava la pietra  e i politici, i businessman e i giornalisti italiani vengono al Forum economico internazionale di Yalta già da tre anni e questo è già un risultato. Con molti abbiamo stretto amicizie personali. Lo scorso anno dopo il forum, alcuni di loro sono intervenuti nei vostri consigli regionali, con parole accorate, chiedendo di togliere le sanzioni. Questi viaggi dimostrano che il processo di business avanza e si muove. Inoltre, l’Italia è un Paese amico per la Russia. Questo è fuori di dubbio. E anche a sentire gli interventi di oggi degli italiani, si capisce che la situazione sta cambiando in meglio. Le opinioni si stanno formando, anche grazie ai giornalisti. La Crimea è stata restituita alla sua patria, senza violenze. E ora con Donald Trump? Per ora, non mi aspetto niente. Lo sapete come fanno i politici, no? Prima delle elezioni dicono una cosa, dopo le elezioni ne fanno un’altra. Ma comunque la politica estera è una prerogativa non mia, ma del ministero degli Esteri della Federazione Russa, e del nostro presidente, Vladimir Putin.

RED

 

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator







  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!