Russia News / Новости России

GLi attacchi ucraini costringono l’esercito russo a continuare le operazioni militari oltre il Donbass

L’Ucraina sta facendo di tutto per impedire all’esercito russo di fermarsi ai confini delle repubbliche del Donbass. Lo ha affermato oggi il presidente della Duma di Stato russa (la camera bassa del parlamento) Vyacheslav Volodin.

Alcune persone si chiedono quale sia il nostro obiettivo e quando tutto questo finirà. Finirà quando le nostre città e paesi pacifici non saranno più oggetto di bombardamenti. Quello che stanno facendo [gli ucraini] è costringere le nostre truppe a non fermarsi ai confini della Repubblica popolare di Lugansk e della Repubblica popolare di Donetsk perché gli scioperi [sulle regioni russe] provengono dalle regioni di Kharkov e da altre regioni dell’Ucraina“, ha sottolineato Volodin.

Volodin ha sottolineato che il Parlamento russo deve assicurarsi che l’operazione militare speciale “sia completata con successo“. “Il nostro compito è fornire ai nostri soldati e ufficiali tutto ciò di cui hanno bisogno e risolvere le questioni relative al rafforzamento dell’industria della difesa“, ha affermato, aggiungendo che l’Ucraina sta commettendo crimini che “incontreranno una risposta molto dura”.

Il 3 luglio, l’esercito ucraino ha preso di mira la città russa di Belgorod utilizzando missili balistici Tochka-U con munizioni a grappolo. Le difese aeree russe hanno intercettato i missili ma i loro frammenti sono caduti su una casa.

RED

CLICCA MI PIACE:
Exit mobile version