Russia 2018

Pubblicato il maggio 15th, 2018 | Da Redazione

0

CAPELLO, SCALA E FERRI SUI MONDIALI 2018: “IN RUSSIA SI ASSISTERA’ AD UN GRANDE SPETTACOL0”

MilanoMondiali di calcio 2018, ormai ci siamo. Ad un mese esatto dal kick-off, in programma allo stadio Luzniki di Mosca fra Russia ed Arabia Saudita, cresce l’interesse attorno alla più importante e prestigiosa competizione calcistica. Con i tornei nazionali ormai agli sgoccioli, l’attenzione degli appassionati si sta sempre più spostando verso la Russia che ospiterà un’edizione che si annuncia quanto mai incerta ed equilibrata, dove – secondo gli addetti ai lavori – e’ abbastanza difficile trovare la squadra nettamente più forte delle altre. E ciò a dispetto delle assenze illustri di Italia ed Olanda, escluse per evidenti demeriti, che – a parere di qualcuno – avrebbe impoverito e reso poco appetibile quello che è ormai un irrinunciabile rito, che per un mese tiene incollati davanti ai teleschermi milioni e milioni di persone.

Alla Germania detentrice del titolo iridato in carica, sono pronte a lanciare il guanto di sfida l’Argentina di Messi ed il rinnovato Brasile, assai desideroso di cancellare le umiliazioni di quattro anni fa. A ruota, Francia e Spagna mentre Belgio, Colombia e Croazia potrebbero indossare le vesti delle guastafeste. Autentica incognita, infine, la nazionale russa che punta su un gruppo di giovani giocatori per alimentare l’entusiasmo di una nazione che per la verità non sembra riporre molta fiducia sulla propria rappresentativa. Insomma, sono tanti i motivi di interesse suscitati da questo evento che sarà trasmesso integralmente dalle reti Mediaset che copriranno tutte le 64 partite della manifestazione.

Advertisements

Intervistati dalle telecamere di  Premium Sport, in occasione di un happening organizzato all’interno del Consolato Generale della Federazione Russa a Milano, del capoluogo lombardo, l’ex allenatore del Parma e dello Spartak Mosca, Nevio Scala, l’ex difensore dell’Inter, Riccardo Ferri ed infine Fabio Capello (allenatore di Milan, Real Madrid ed anche della nazionale russa), hanno provato ad ipotizzare ciò che accadrà da 30 giorni in avanti.

Per Scala non ci sono dubbi, in Russia si assisterà ad un grande spettacolo. “La Russia – ha osservato Scala – negli ultimi anni sta raggiungendo un livello molto elevato e, rispetto al 2003 quando ho allenato lo Spartak Mosca, ha fatto passi da gigante come movimento calcistico. Difficile fare un pronostico su chi potrà essere il vincitore perché a mio parere questo sarà un mondiale molto equilibrato. Una spanna sopra tutte ci metto però la Germania che per me è la favorita numero uno, anche se la Russia potrebbe essere la vera sorpresa. Mi auguro che Messi riesca a dare il contributo alla propria nazionale che è solito invece fornire al Barcellona, anche se non sarà così semplice”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche Riccardo Ferri che vede in Leonel Messi il protagonista in grado di fare la differenza e di portare di nuovo l’Argentina sul tetto del mondo, 32 anni dopo le memorabili imprese messicane di Diego Armando Maradona. “Credo che dal punto di vista organizzativo  – ha dichiarato Ferri -, la Russia è una garanzia in tal senso e sarà tutto perfetto. Dal punto di vista calcistico, invece, attendo con curiosità squadre come Costarica o Panama che è alla sua prima esperienza mentre credo sarà il Mondiale delle sudamericane e di Messi, in particolare, cui manca il salto di qualità decisivo che gli permetta di essere alla pari di Maradona. Mi aspetto Argentina, Brasile e Colombia particolarmente agguerrite, competitive e pronte ad essere un’alternativa valida a Germania, Francia e Spagna”

Particolarmente significative anche le dichiarazioni di Fabio Capello che alcuni anni fa è stato selezionatore della nazionale russa, ma con risultati piuttosto deludenti. “La Russia non è pronta – ha tagliato corto -, ma prontissima ad ospitare una manifestazione del genere. Sono stato testimone dei lavori di ammodernamento dei vari stadi russi negli anni scorsi, così come sono convinto che anche la sicurezza sarà garantita. In merito alla nazionale, che ho anche allenato, mancano difensori di qualità mentre secondo me ha discrete possibilità di accedere agli ottavi senza però andare oltre. E’ una buona squadra dal centrocampo in giù, con diversi giovani molto interessanti, ma ripeto ha il proprio punto debole nel reparto arretrato.  Il Brasile per me è la grande favorita perché ha raggiunto con Tite un giusto compromesso fra equilibrio e spettacolo, ed in più potrà contare anche sul recupero di Neymar. La Germania la vedo sempre fra le prime quattro, così come sono curioso di vedere cosa farà il Portogallo di Cristiano Ronaldo, mentre la Francia mi piace molto e potrebbe essere un pericolo per chiunque”.

Ricordiamo ai nostri lettori, infine, che durante il Campionato mondiale di calcio FIFA 2018 in Russia gli stranieri ed apolidi potranno entrare nella Federazione Russa e uscire dalla Federazione Russa senza visti per assistere alle partite. Per usufruire di questo regime speciale bisognerà ottenere il Fan Id (“passaporto del tifoso”). Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata sul sito del Consolato della Federazione Russa a Milano.

Francesco Montanino

CLICCA MI PIACE:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Autore Articolo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in Alto ↑
  • Translator






  • Russia News TV

  • Russia News Magazine





  • Выбранный для вас!